Madonna dei Pellegrini – Caravaggio

Madonna dei pellegrini - Caravaggio

Caravaggio
Madonna di Loreto (o dei Pellegrini)
1604
Olio su tela
Roma, Chiesa di Sant’Agostino

Ci sono alcuni artisti che sembrano affascinare tutti, anche persone con gusti molto diversi, anche persone a cui l’arte non interessa più di tanto. Mi piacerebbe indagare a fondo la questione, un giorno.
Uno di questi artisti è Caravaggio, riscoperto dalla critica in tempi relativamente recenti, molto amato dal grande pubblico, senza dubbio anche per la sua travagliata biografia, che lo rende un personaggio romanzesco, circondato da un alone di mistero e assolutamente umano, con il suo noto caratteraccio.

L’opera di oggi è la sua Madonna di Loreto, più conosciuta come Madonna dei Pellegrini. Non si trova in un museo, ma in una chiesa, esattamente nel luogo per cui era stata commissionata dalla famiglia del marchese Cavalletti nel 1604. Capita troppo raramente di potersi gustare un dipinto proprio nel posto per il quale era stato pensato e, nell’arco di poche centinaia di metri, sono ben tre le chiese romane ad ospitare alcune opere di Caravaggio, tutte eseguite nell’arco di circa quattro anni per alcuni nobili committenti. In questo caso, nella Chiesa di Sant’Agostino, a due passi da Piazza Navona, non bisogna nemmeno sacrificare una monetina per accendere la luce nella cappella.

Caravaggio arrivò a Roma dalla Lombardia nel 1593, quando aveva più o meno ventidue anni. Inizialmente lavorò presso la bottega del Cavalier d’Arpino (nome d’arte di Giuseppe Cesari). L’anno successivo incontrò il cardinale Francesco Maria del Monte, che fu il suo primo protettore e che lo ospitò per qualche anno presso la sua abitazione, Palazzo Madama (oggi sede del Senato della Repubblica). Grazie al potente cardinale, Caravaggio ebbe frequentazioni altolocate e diversi nobili dell’epoca apprezzarono il suo lavoro, in particolare Gerolamo Mattei e Vincenzo Giustiniani. La sua vita romana si svolse tutta nella zona tra Palazzo Madama e Piazza del Popolo e infatti le tre chiese alle quali accennavo prima si trovano tutte qui: San Luigi dei Francesi, Sant’Agostino e Santa Maria del Popolo. Palazzo Giustiniani, poi, fronteggia proprio Palazzo Madama e il suo proprietario possedeva almeno tredici dipinto di Caravaggio.

Come dicevamo, fu la famiglia del marchese Cavalletti, nel 1604, a commissionare all’artista un dipinto che rappresentasse la Madonna di Loreto, a cui il marchese era particolarmente devoto. A Loreto si trova la Santa Casa, cioè la casa in cui Maria aveva vissuto a Nazareth e dove le era apparso l’Arcangelo Gabriele per annunciarle che sarebbe stata la madre di Cristo. Secondo la tradizione, la Santa Casa sarebbe stata trasportata in volo dagli angeli fino a Loreto nel 1291, quando i crociati furono definitivamente cacciati dalla Palestina. Per questo motivo, la Madonna di Loreto è diventata protettrice degli aviatori. Studi recenti, in realtà, confermano l’ipotesi che sia stata portata via nave per volere della famiglia Angeli, nel 1294. In ogni caso, la tradizione ha sempre voluto che questa Madonna venisse rappresentata trasportata in volo dagli angeli, appoggiata sopra la Santa Casa, come in questo dipinto di Annibale Carracci dipinto nello stesso periodo:

Madonna di Loreto - Carracci
Annibale Carracci – Madonna di Loreto – 1605

Questo dato è importante, perché Caravaggio stravolge la tipica iconografia di questo soggetto: l’unico accenno al volo, nel dipinto, si trova nella posa di Maria, che è graziosamente appoggiata a terra quasi in punta di piedi.

Madonna dei pellegrini - Caravaggio (2)

Davanti a lei si trovano due pellegrini inginocchiati. Hanno i piedi gonfi e sporchi e gli abiti sdruciti: questi particolari, insieme ai loro bastoni, ci consentono di riconoscerli proprio come pellegrini e di intuire il lungo e faticoso cammino che hanno intrapreso per giungere fino a Loreto a piedi. Giovanni Baglione, un pittore contemporaneo di Caravaggio, suo acerrimo nemico, scrisse delle importanti “Vite” degli artisti vissuti tra il 1572 e il 1642 e non perse l’occasione di denigrare il suo avversario. A proposito di questo quadro scrisse che “ne fu fatto dai preti e da’ popolani estremo schiamazzo”, proprio perché in primo piano si vedevano questi due pellegrini così malconci. Caravaggio dipinge sempre i suoi personaggi come uomini umili e poveri, anche quando si tratta di santi, perché questo, per lui, è il modo migliore per rappresentare la Chiesa delle origini, che la corrente del pauperismo voleva riportare in vita.

Madonna dei pellegrini - Caravaggio (3)

In realtà fu una costante nelle commissioni di Caravaggio che i suoi quadri venissero rifiutati e che lui fosse obbligato a dipingerne una seconda versione, proprio a causa di particolari di questo tipo. Ma nel caso della Madonna di Loreto, la tela non fu rifiutata e non è mai stato rimosso dalla sua collocazione nella Cappella Cavalletti. Strano, se si pensa che l’immagine della Madonna è quasi sicuramente il ritratto di una prostituta, Lena, con la quale Caravaggio aveva una relazione. E’ praticamente certo che chiunque potesse riconoscere nella Vergine, ritratta come se si affacciasse alla porta di casa, interrotta mentre era indaffarata nelle sue faccende, Maddalena Agnoletti, che abitava nei paraggi, in una sorta di ghetto per le prostitute e per le cortigiane, che proprio nella Chiesa di Sant’Agostino potevano assistere alla Messa….sedute in prima fila, per non distrarre i fedeli!

Madonna dei pellegrini - Caravaggio (4)

In questo quadro, l’immagine simbolica si confonde con quella reale: la Vergine è immagine sacra all’interno di una nicchia, che prende vita davanti ai pellegrini; è apparizione divina e allo stesso tempo donna reale, appesantita dal bambino che tiene in braccio.

Esercizio
Spesso le chiese custodiscono piccoli o grandi tesori.
Prenditi del tempo per scoprirne una che si trova nella tua città o nella città in cui lavori.

Cliccate qui per scaricare e stampare la scheda didattica da leggere con i vostri bambini!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...